Acquisti sostenibili

Il Consiglio federale e la Conferenza degli acquisti della Confederazione (CA) promuovono la sostenibilità degli appalti pubblici
Effettuare appalti sostenibili significa impiegare i fondi pubblici in modo economico ma anche sostenibile sotto il profilo ecologico, sociale e dell’economia pubblica.

Il Consiglio federale sostiene la produzione e il consumo di beni, la fornitura di prestazioni di servizi e la realizzazione di opere edili che, durante il loro intero ciclo di vita, rispettano elevate esigenze sul piano economico, ecologico, sociale e dell’economia pubblica. Chiedendo prodotti di questo tipo i consumatori possono fornire un importante contributo alla promozione della sostenibilità. La Confederazione stessa vuole dare il buon esempio con le proprie abitudini di consumo acquistando prodotti e realizzando opere edili sostenibili da un punto di vista economico, ambientale e della salute e improntati il più possibile al rispetto dei principi della responsabilità sociale. Deve inoltre essere osservato il principio della non discriminazione (parità di trattamento degli offerenti svizzeri ed esteri) sancito nei trattati internazionali.

Inoltre, gli appalti pubblici sostenibili sono un elemento importante per la realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU (Sustainable Development Goals, SDGs) convenuti nell’ambito dell’Agenda 2030. L’SDG 12 intende garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo, con un’attenzione particolare alla promozione di criteri di sostenibilità nel settore degli appalti pubblici.

I principi della CA per appalti pubblici sostenibili di beni e prestazioni di servizi servono da base per l’elaborazione di appositi strumenti a tutti e tre i livelli federali.

Vantaggi degli appalti pubblici sostenibili

Gli appalti pubblici sostenibili contribuiscono in modo significativo al benessere, alla competitività e alla protezione dell’ambiente. In particolare offrono i seguenti vantaggi:

  • economicità: risparmio sui costi grazie a minori spese per l’energia, le materie prime e lo smaltimento dei rifiuti;
  • vantaggi per l’economia pubblica: un impatto ambientale più basso riduce i costi esterni (ad es. i costi della salute, quelli per il risanamento delle facciate, per il risanamento fonico, per la salvaguardia della diversità delle specie). Tenendo conto dei posti di formazione proposti agli apprendisti per le commesse che non rientrano nell’ambito di applicazione dei trattati internazionali si promuove il sistema della formazione professionale in Svizzera;
  • promozione dell’innovazione: la domanda mirata di prodotti eco-efficienti promuove la forza innovativa dell’economia e rafforza la competitività;
  • stabilità sociale: la domanda di beni prodotti in modo equo può contribuire a creare posti di lavoro dignitosi e a garantire in tal modo una buona qualità della vita e la stabilità sociale;
  • diminuzione dell’impatto ambientale: minore emissione di sostanze nocive per l’ambiente nelle fasi dell’estrazione delle risorse, della produzione, dell’utilizzo e del riutilizzo o dello smaltimento;
  • conservazione delle risorse: una migliore eco-efficienza (minore consumo di risorse per la stessa prestazione) e l’applicazione di requisiti coerenti per il riutilizzo e la separazione delle materie prime permettono di salvaguardare le risorse naturali.

Strumenti di attuazione e servizi specializzati
Gli strumenti di attuazione previsti dal Consiglio federale vengono messi a disposizione di altri servizi specializzati e dei servizi d’acquisto dalla CA e dalla KBOB, in collaborazione con l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM).

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 23.09.2021

Inizio pagina

https://www.bkb.admin.ch/content/bkb/it/home/themen/nachhaltige-beschaffung.html